Popolo Kondh – India“La giustizia ha vinto”

Pubblicato il
Orissa_5_India

accessoStop al land grabbing

Nel gennaio 2014, con il sostegno di ActionAid le popolazioni Kondh dell’Orissa, in India, hanno vinto una battaglia durata dieci anni contro la deturpazione di un territorio da loro considerato sacro. Il Ministero dell’Ambiente ha definitivamente respinto il progetto multimilionario di estrazione di bauxite del gigante inglese dell’industria estrattiva Vedanta, dopo che le comunità locali avevano votato a grande maggioranza contro di esso.

Il monte Niyamgiri, il sito individuato per la miniera, è la patria ancestrale di tre gruppi tribali: i Dongria Kondh, i Kutia Kondh e i Jharania Kondh, che lo venerano come loro divinità vivente. L’area è un ecosistema incontaminato ricco di biodiversità, da cui le popolazioni Kondh dipendono per la propria sussistenza. Per la costituzione indiana, le terre delle popolazioni tribali devono essere protette, dal momento che il loro stile di vita e la loro cultura peculiare ne fanno uno dei gruppi indigeni più vulnerabili del Paese.

Se il progetto fosse stato approvato, le fonti di sussistenza tradizionali da cui dipendono migliaia di persone delle popolazioni Kondh sarebbero state distrutte. Secondo i rapporti ufficiali una miniera a cielo aperto avrebbe causato una massiccia deforestazione, la distruzione degli ecosistemi locali e una minaccia alle fonti d’acqua. Ma, cosa più importante, la miniera avrebbe sancito la fine di uno stile di vita che era esistito per migliaia di secoli, e deturpato una montagna sacra che è l’epicentro dell’identità religiosa e spirituale delle popolazioni Kondh.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
Torna su

Coded By Purelab.it